martedì 23 agosto 2016

Travel Notes Sala Scipione Palazzo Dugnani da Milano Insolita e Segreta di Massimo Polidoro

Da qualche tempo, chi desidera sposarsi in Comune a Milano può farlo nella sede dell'assessorato in Via Larga oppure può scegliere il più prestigioso e solenne palazzo Dugnani , di epoca secentesca,arricchito dagli spettacolari affreschi di Gianbattista Tiepolo.
Nel salone centrale, nel quale trionfano sul soffitto l'allegria della Magnanimità e alle pareti le storie di Scipione(da cui deriva il nome della Sala),vengono celebrati i matrimoni civili.
Fu l'aristocratico Giuseppe Casati a incaricare nel 1732 il Tiepolo di decorare il salone e le altre stanze del palazzo,allo scopo di rivaleggiare con il palazzo del Conte Archinto , anch'esso dipinto dal Tiepolo(quest'ultimo palazzo sito in Via Olmetto,andò distrutti insieme agli affreschi durante i bombardamenti del 1943).
Dopo i Casati, Il palazzo passo alla famiglia Dugnani e infine verso la metà dell'Ottocento entrò a far parte della proprietà del comune.
Palazzo Dugnani e il Suo Parco
Nel 1895 divenne sede della scuola superiore femminile Alessandro Manzoni , ma subi gravi danni , prima per una serie di infiltrazioni dal tetto e poi per via dei bombardamenti. I restauri degli affreschi hanno riportato i colori e lo splendore originali,permettendo alle opere di rivaleggiare per bellezza com le pareti sempre dipinte dal Tiepolo e visibili a palazzo Isimbardi e palazzo Clerici.




La Sala Scipione

Nessun commento:

Posta un commento